"E' lo sferragliare del tram, a cavalli, a vapore o elettrico, che con il suo carico ha trasportato merci ed intere generazioni. Un mezzo relativamente lento e una linea, nella maggior parte dei casi a binario unico, hanno portato ad una crescita dei commerci e all'avvicinamento di popolazioni spesso isolate. Ancora oggi questo vantaggio Ŕ da attribuire allo sviluppo delle linee tranviarie..."

Home / Tram / Linee Tranviarie Italiane Dismesse / Linee Tranviarie Dismesse in Emilia Romagna

La rete tranviaria urbana di BOLOGNA la cui prima linea venne aperta nel lontano 1880. La rete, con scartamento di 1445 mm, Ŕ stata dismessa nel 1963. La trazione originariamente era a cavalli e successivamente venne trasformata a trazione elettrica a 600 V cc. Gestita dalle societÓ: "Belga", Les Tramways de Bologne, Comune di Bologna e ATM.

La linea tranviaria extraurbana BOLOGNA-IMOLA Ŕ stata aperta nel 1886 e dismessa nel 1935, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a vapore. Gestita dalla SocietÓ Veneta (SV).

La linea tranviaria extraurbana BOLOGNA-MALALBERGO venne aperta nel 1891 e dismessa nel 1957, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a vapore e poi a nafta. Gestita da: TBPM, CPET e APT. Dal 1955 rimase in esercizio la sola tratta Bologna-Altedo.

La linea tranviaria extraurbana BOLOGNA-PIEVE DI CENTO fu aperta nel 1889 e dismessa nel 1955, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a vapore e poi a nafta. Gestita da: TBPM, CPET e APT.

La linea tranviaria extraurbana BOLOGNA-VIGNOLA venne aperta nel 1883 e dismessa nel 1938, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a vapore. Gestita da: SAFTE, Les Tramways de Bologne e dalla Provincia. Trasformata poi nella ferrovia Casalecchio-Vignola.

La linea tranviaria extraurbana RIMINI-RICCIONE Ŕ stata aperta nel 1877 e 1926 e dismessa nel 1939, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a cavalli e successivamente a 600 V cc. Gestita da: "Belga", Comune di Rimini, RATE, Tramvie Elettriche e SITA. Sostituita da una linea filoviaria.

La rete tranviaria urbana di PARMA venne aperta nel 1899 e dismessa nel 1953, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a cavalli e successivamente a 400 V ca 25 Hz. Gestita in ordine di tempo da: Lombardi, Alessandri, Bruni & C, Provincia di Parma, CNTC, TEP e AMT.

La linea tranviaria extraurbana PARMA-LANGHIRANO venne aperta nel 1892 e dismessa nel 1940, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a vapore. Gestita da SNFT e CNTC.

La linea tranviaria extraurbana PARMA-SAN SECONDO-ZIBELLO-BUSSETO venne aperta nel 1893 e dismessa nel 1939, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a vapore. Gestita da SNFT e CNTC.

La linea tranviaria extraurbana PARMA-SORAGNA-BUSSETO fu aperta nel 1893 e dismessa nel 1939, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a vapore. Gestita da SNFT e CNTC.

La linea tranviaria extraurbana MANO-ROCCABIANCA-STAGNO fu aperta nel 1901 e dismessa nel 1939, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a cavalli. Gestita da Bellocchi.

La linea tranviaria extraurbana SORAGNA-FIDENZA fu aperta nel 1894 e dismessa nel 1937, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a vapore. Gestita da SNFT e CNTC.

La linea tranviaria extraurbana FORNACE-BIZZI-MEDESANO venne aperta nel 1908 e dismessa nel 1934, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a vapore. Gestita da SNFT e CNTC.

La linea tranviaria extraurbana PARMA-PILASTRELLO-TRAVERSETOLO venne aperta nel 1894 e dismessa nel 1940, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a vapore. Gestita da SNFT e CNTC.

La linea tranviaria extraurbana PILASTRELLO-MONTECCHIO venne aperta nel 1901 e dismessa nel 1934, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a vapore. Gestita da SNFT e CNTC.

La linea tranviaria extraurbana PARMA-FORNOVO venne aperta nel 1910 e dismessa nel 1954, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a 4000 V ca 25 Hz. Gestita da Provincia di Parma, CNTC e TEP.

La linea tranviaria extraurbana PARMA-MARZOLARA venne aperta nel 1910 e dismessa nel 1954, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a 4000 V ca 25 Hz. Gestita da Provincia di Parma, CNTC e TEP.

La rete tranviaria urbana di PIACENZA fu aperta nel 1908 e dismessa nel 1955, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a 600 V in corrente continua. Gestita da SAIEP e TUP.

La linea tranviaria extraurbana PIACENZA-SAN ROCCO AL PORTO venne aperta nel 1924 e dismessa nel 1955. Lo scartamento era di 1445 mm mentre la trazione era elettrica a 600 V cc. Gestita da SAIEP e TUP.

Il primo tronco della linea tranviaria extraurbana PIACENZA.PIANELLO fu aperta nel 1893 e dismessa nel 1938, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a vapore. Gestita da TPP e SIFT. Il secondo tronco Pianello-Nibbiano fu aperto nel 1908. La linea venne completamente chiusa nel 1933.

La linea tranviaria extraurbana PIACENZA-AGAZZANO venne aperta nel 1907 e dismessa nel 1933, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a vapore. Gestita da SIFT.

La linea tranviaria extraurbana PIACENZA-BETTOLA venne aperta negli anni 1881 e 1882 e dismessa nel 1933, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a vapore. Gestita, in ordine di tempo, da TPBC e SIFT. La linea tranviaria venne successivamente stata trasformata nella ferrovia Piacenza-Bettola con trazione elettrica.

La linea tranviaria extraurbana GRAZZANO-RIVERGARO fu aperta nel 1886 e dismessa nel 1934, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a vapore. Gestita da TPBC e SIFT. Diramazione della linea Piacenza-Bettola, chiusa dopo la trasformazione della stessa in ferrovia.

La linea tranviaria extraurbana PIACENZA-CREMONA venne aperta fra il 1882 e il 1892 e dismessa nel 1935, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a vapore. Gestita da TPBC e SIFT. La linea venne sostituita dalla ferrovia Piacenza-Cremona.

La linea tranviaria extraurbana PIACENZA-LUGAGNANO venne aperta negli anni fra il 1897 e il 1902 e dismessa nel 1938, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a vapore. Gestita da TPP e SIFT. La tratta Lugagnano-Castell'Arquato Ŕ stata aperta nel 1900 e chiusa nel 1933.

La linea tranviaria extraurbana CREMONA-LUGAGNANO venne aperta nel 1900 e dismessa nel 1923, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a vapore. Gestita da TPP e SIFT.

La linea tranviaria extraurbana FIDENZA-SALSOMAGGIORE venne aperta nel 1890 e dismessa nel 1937, con scartamento di 1445 mm. La trazione era a vapore e termica. Gestita da Corazza dal 1890 al 1922 e da AGI dal 1923 al 1937. Sostituita dalla ferrovia Fidenza-Salsomaggiore.

La rete tranviaria urbana di FERRARA fu aperta nel 1903 e dismessa nel 1938. Lo scartamento era di 1100 mm mentre la trazione era elettrica a 600 V in corrente continua. Gestita da TFL e STU.

La linea tranviaria extraurbana FERRARA-PONTELAGOSCURO fu aperta nel 1912 e dismessa nel 1939, con scartamento di 1100 mm. La trazione era elettrica con alimntazione a 600 V cc. Gestita da TFL e STU.

La linea tranviaria extraurbana FERRARA-OSTELLATO-CODIGORO venne aperta nel 1901 e dismessa nel 1931, con scartamento di 950 mm. La trazione era a vapore. Gestita da TFV e FTP. Sostituita dalla ferrovia Ferrara-Codigoro.

La linea tranviaria extraurbana OSTELLATO-PORTO GARIBALDI venne aperta nel 1911 e dismessa nel 1945, con scartamento di 950 mm. La trazione era a vapore. Gestita da TFV, FTP e FP.

La linea tranviaria extraurbana LUGO-FUSIGNANO-ALFONSINE venne aperta nel 1884 e dismessa nel 1886 e trazione a vapore. Gestita da SocietÓ della tramvia a vapore Lugo-Fusignano-Alfonsine e Ravenna-Porto Corsini.

La linea tranviaria extraurbana FORLI'-MELDOLA fu aperta nel 1881 e dismessa nel 1930, con scartamento di 1000 mm. La trazione era a vapore. Gestita da Brusaporci, SATR e SATRL.

La linea tranviaria extraurbana FORLI'-RAVENNA venne aperta nel 1883 e dismessa nel 1929, con scartamento di 1000 mm. La trazione era a vapore. Gestita da Brusaporci, SATR e SATRL.

La rete tranviaria urbana di MODENA venne aperta nel 1881 e dismessa nel 1950. Lo scartamento era di 1000 mm mentre la trazione era originariamente a cavalli e successivamente elettrica a 600 V cc. La gestione era affidata a: S.A. dei Trams, AEM e AMCM.

La linea tranviaria extraurbana MODENA-MARANELLO fu aperta nel 1893 e dismessa nel 1937, con scartamento di 950 mm. La trazione era a vapore. La linea era gestita da SEFTA.

La linea tranviaria extraurbana CASTELFRANCO-BAZZANO venne aperta nel 1912 e dismessa nel 1934, con scartamento di 950 mm. La trazione era a vapore. La linea era gestita da SEFTA.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELLE LINEE PRESENTI IN QUESTA PAGINA:

Tracciato, Lunghezza, Scartamento, Trazione, Data di Apertura e Chiusura all'esercizio, Immagini, Approfondimenti e collegamento ai siti ufficiali.

SE DESIDERI COLLABORARE CON NOI INVIANDO TESTI O IMMAGINI SCRIVI A:

Treniebinari compilando i campi del form. (I dati ricevuti non verranno in alcun modo divulgati. La legislazione ordinaria sulla privacy Ŕ contenuta nel Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.)

PER LE SEGNALAZIONI CONTATTA LO STAFF DI Treniebinari.it.

RITORNA ALLA PAGINA PRINCIPALE