"Nell'arco di oltre un secolo e mezzo la Ferrovia ha disegnato il volto dell'Italia e l'identità del suo popolo, pur senza lasciare nella memoria tracce della propria importanza storica..."

METROPOLITANA DI MILANO LINEA 1 - ROSSA

La linea 1 della metropolitana di Milano è di tipo pesante tradizionale costruita totalmente in galleria mediante il sistema a trincea aperta detto "Metodo Milano" e gallerie scavate a foro cieco. La linea è dotata di due depositi, Precotto e Gallaratese (presso il capolinea di Molino Dorino), collocati in superficie alle due estremità principali della linea.

La linea 1 è stata la prima linea della metropolitana di Milano ad essere realizzata ed inaugurata nel 1964. La "rossa" collega la città Meneghina da nord-est, con capolinea a Sesto 1º Maggio FS (Sesto San Giovanni) ad ovest e dividendosi poi in due diramazioni: una, la più estesa, verso nord-ovest, con capolinea a Rho Fieramilano (Rho) e un'altra verso sud-ovest della città, con capolinea Bisceglie (Milano).

L'interscambio avviene con la linea 2 nelle stazioni di Loreto e Cadorna FN Triennale, con la linea 3 nella stazione Duomo e con la linea 5 nella stazione di Lotto Fieramilano City.

L'allestimento originale delle stazioni è stato realizzato dall'architetto italiano Franco Albini con la parte grafica pensata e studiata da Bob Noorda che per questa realizzazione ha ricevuto molte riconoscenze in campo internazionale.

Metropolitana di Milano - Linea 1
  • Tipologia: Metropolitana Pesante Tradizionale
  • Stazioni: Sesto 1° Maggio FS - Pagano (con diramazioni verso Rho Fiera e Bisceglie (38 stazioni).
  • Lunghezza linea: 27 km totalmente in galleria con esclusione dei depositi di Precotto e Gallaratese
  • Scartamento: 1435 mm
  • Elettrificazione: 0,75 kV in corrente continua da terza e quarta rotaia in linea e da conduttore aereo nei depositi
  • Gestore attuale: ATM SpA - Azienda Trasporti Milanesi
  • Aperture:
    • 1 novembre 1964: Sesto Marelli - Lotto
      2 aprile 1966: Pagano - Gambara (nuova diramazione)
      18 aprile 1975: Gambara - Inganni
      8 novembre 1975: Lotto - QT8
      12 aprile 1980: QT8 - San Leonardo
      28 settembre 1986: San Leonardo - Molino Dorino e Sesto Marelli - Sesto FS
      21 marzo 1992: Inganni - Bisceglie
      30 marzo 2005: apertura provvisoria Molino Dorino - Rho Fiera, fino al 2 aprile
      14 settembre 2005: Molino Dorino - Rho Fiera
      19 dicembre 2005: aggiunta la fermata di Pero
  • Note: In costruzione prolungamento Sesto 1° Maggio FS - Restellone - Monza (località Bettola)
Treno Meneghino Metropolitana M1 Milano Treni Leonardo Metropolitana Milano

La linea è attualmente gestita con un segnalamento di tipo innovativo di realizzazione Alstom. Tutti i veicoli in esercizio sono dotati a bordo di apparati per il dialogo con gli impianti fissi per la sicurezza e la gestione totalmente automatica della marcia dei convogli.

La linea è gestita con tre tipologie di veicoli fra cui una serie di motrici e rimorchiate revampizzate provenienti dai lotti più recenti. Queste ultime, revampizzate nella prima metà degli anni 2000, sono dotate di azionamento ad inverter, climatizzazione, intercomunicante, porte elettriche.

Successivamente sono state immesse in servizio altre tipologie di veicoli fra cui ricordiamo il Meneghino (MNG Metropolitana di Nuova Generazione) immesso in servizio il 19 marzo 2009 progettato da Firema e Ansaldobreda e costruito nei rispettivi stabilimenti Casertani e di Reggio Calabria. Successivamente nel 2014 sono stati immessi i treni "Leonardo" derivati in gran parte dal progetto Meneghino. Questi ultimi veicoli, composti da sei casse, sono dotati di azionamento ad inverter, climatizzazione, impianto antincendio, intercomunicante, porte elettriche, illuminazione a led. In realtà i treni Leonardo, a differenza dei Meneghino, sono dotati di assorbitori di energia e di una cabina più spaziosa rispetto ai treni precedenti ma anche di altre innovazioni.

I convogli appartenenti ai primi lotti non sono stati revisionati. Attualmente si trovano accantonati presso il deposito della linea 2 di Famagosta in attesa del loro destino verso la demolizione.

METROPOLITANA DI MILANO LINEA 2 - VERDE

La linea 2 della metropolitana di Milano è di tipo pesante tradizionale il cui tracciato si sviluppa sia in galleria, all'aperto o in trincea in sede propria.

Metropolitana di Milano - Linea 2
  • Stazioni: Abbiategrasso - Cascina Gobba con diramazioni verso Cologno Nord e Gessate. Sul lato opposto, a sud della città diramazione verso Assago Milanofiori Forum (36 stazioni).
  • Lunghezza linea: 40,4 km
  • Scartamento: 1435 mm
  • Elettrificazione: 1,5 kV in corrente continua da conduttore aereo.
  • Gestore attuale: ATM SpA - Azienda Trasporti Milanesi
  • Aperture:
    • 27 settembre 1969: Caiazzo - Cascina Gobba
      27 aprile 1970: Caiazzo - Centrale
      12 luglio 1971: Centrale - Garibaldi FS
      4 dicembre 1972: Cascina Gobba - Gorgonzola
      3 marzo 1978: Garibaldi FS - Cadorna
      7 giugno 1981: Cascina Gobba - Cologno Nord (nuova diramazione)
      30 ottobre 1983: Cadorna - Porta Genova
      13 aprile 1985: Gorgonzola - Gessate e Porta Genova - Romolo
      1 novembre 1994: Romolo - Famagosta
      17 marzo 2005: Famagosta - Abbiategrasso
      20 febbraio 2011: Famagosta - Assago Milanofiori Forum (nuova diramazione)
Treno Meneghino Metropolitana M2 Milano METROPOLITANA DI MILANO LINEA 3 - GIALLA

La linea 3 della metropolitana di Milano è una linea completamente sotterranea di tipo semi-automatico. La linea fu aperta nel 1990 in occasione dei mondiali di calcio Italia '90 a binario unico e servizio a navetta da Centrale FS a Duomo.

Metropolitana di Milano - Linea 3
  • LA LINEA
  • Tipologia: Metropolitana Pesante Tradizionale
  • Stazioni: San Donato - Comasina (21 stazioni).
  • Lunghezza linea: 17,1 km in galleria e all'aperto solo il deposito Rogoredo (in località San Donato Milanese) .
  • Scartamento: 1435 mm
  • Elettrificazione: 1,5 kV in corrente continua da conduttore aereo.
  • Segnalamento e Sistemi di Sicurezza: ATP (Automatic Train Protection) e ATO (Automatic Train Operation).
  • Gestore attuale: ATM SpA - Azienda Trasporti Milanesi
  • Aperture:
    • 3 maggio 1990: Centrale-Duomo
      16 dicembre 1990: Duomo-Porta Romana
      12 maggio 1991: Centrale FS-Sondrio
      12 maggio 1991: Porta Romana-San Donato
      16 dicembre 1995: Sondrio-Zara
      8 dicembre 2003: Zara-Maciachini
      26 marzo 2011: Maciachini-Comasina
  • MATERIALE ROTABILE
    • 40 Elettrotreni con composizione M+R+M con casse indipendenti, con impianto di ventilazione, riscaldamento e porte ad azionamento pneumatico.
      5 Elettrotreni con composizione M+R+M dotati di intercomunicante, climatizzazione e porte ad azionamento elettrico.
      Introduzione a partire dal 2009 dei nuovi treni "Meneghino" dotati di intercomunicante e climatizzazione.
    Treno Meneghino Metropolitana M3 Milano METROPOLITANA DI MILANO LINEA 4 - BLU (in costruzione)

    La linea 4 della metropolitana di Milano, attualmente in fase di costruzione, è una metropolitana leggera automatica ad automazione integrale governata con sistema "driverless". Il personale di guida non è bordo del treno ma controlla, dall'interno di una sala operativa, il movimento dei veicoli che avviene in maniera del tutto automatica. La linea è nata per collegare l'aeroporto Forlanini a Linate alla stazione FS San Cristoforo e con la zona sud ovest di Milano al confine coi comuni di Corsico e Cesano Boscone. L'apertura è prevista per il 2022. Lo sviluppo totale sarà di circa 15,2 km e 21 stazioni. Le vie di corsa saranno costituite da due gallerie a binario singolo. Le banchine di attesa dei passeggeri saranno lunghe 60 metri e saranno dotate di un sistema anticaduta. A tale scopo sono previste delle porte automatiche, che separano la banchina dal binario, che si aprono solo con la presenza del convoglio fermo in stazione. E' prevista la realizzazione di un deposito-officina in prossimità della stazione Segneri.

    Metropolitana di Milano - Linea 4

    La linea, completamente automatica, verrà gestita da una sala operativa di controllo localizzata tra le stazioni di San Cristoforo FS e di Segneri. L'alta frequenza dei treni 90 secondi, riducibili a 75, garantirà il trasporto di oltre 25.000 passeggeri/ora per ciscuna direzione. Il sistema driverless è già operativo con successo nel mondo ed in particolare in alcune città italiane. Ne sono dotate la linea M5 a Milano, le metropolitane di Torino e Brescia e la linea C di Roma.

    METROPOLITANA DI MILANO LINEA 5 - LILLA

    La linea 5 della metropolitana di Milano è una metropolitana leggera automatica ad automazione integrale governata con sistema "driverless". Il personale di guida non è bordo del treno ma controlla, dall'interno di una sala operativa, il movimento dei veicoli che avviene in maniera del tutto automatica. Il progetto dei treni e del loro sistema di controllo deriva da un'evoluzione del sistema realizzato a Copenhagen nel 1998 da Ansaldo Trasporti e successivamente sviluppato da Ansaldo Breda (Hitachi Rail Italy). Il tragitto ha origine a BIGNAMI PARCO NORD e termina SAN SIRO STADIO. Lo sviluppo totale della linea è di circa 12,6 km e 19 stazioni. Il deposito dei veicoli e la sala operativa di linea sono sotterranei ed ubicati a nord della stazione di Bignami. La banchina di attesa dei passeggeri è dotata di un sistema anticaduta, con porte automatiche che separano la banchina dal binario, per aprirsi solo con la presenza del convoglio fermo in stazione. Il sistema è già stato sperimentato con successo in Europa, ad esempio a Copenhagen e Brescia. Entro la fine di aprile 2015 è stata aperta al pubblico l'intera linea tranne alcune stazioni divenute operative qualche mese dopo. Attualmente la linea è completamente oparativa.

    ESTENSIONI DELLA LINEA: attualmente sono in fase di progettazione e successiva costruzione, con una previsione di entrata in esercizio di circa una decina di anni, i prolungamenti da BIGNAMI-PARCO NORD a Monza e da SAN SIRO STADIO a Settimo Milanese.

    Metropolitana di Milano - Linea 5

    Per maggiori dettagli fai clic su: Linea M5.

    SE DESIDERI COLLABORARE CON NOI INVIANDO TESTI O IMMAGINI SCRIVI A:

    Treniebinari compilando i campi del form. (I dati ricevuti non verranno in alcun modo divulgati. La legislazione ordinaria sulla privacy è contenuta nel Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.)

    PER LE SEGNALAZIONI CONTATTA LO STAFF DI Treniebinari.it.

    RITORNA ALLA PAGINA PRINCIPALE