"Nell'arco di oltre un secolo e mezzo la Ferrovia ha disegnato il volto dell'Italia e l'identità del suo popolo, pur senza lasciare nella memoria tracce della propria importanza storica..."

Pagine Ferroviarie

Glossario e Terminologia Tecnica Ferroviaria

Spiegazione di oltre 1200 termini tecnici

GLOSSARIO

BIBLIOGRAFIA:

Associazione di Amici del Trasporto Ferroviario Attraverso le Alpi di Bussoleno FERALPTEAM

ITreni ITRENI

Segnali Ferroviari Italiani SEGNALI FS

RFI - Glossario dei Termini RFI

L

L - Lettera che individua un carro merci speciale pianale ad assi ( per trasporto auto, a due piani, per container, per rotoli di lamiera, … ).

Lampisteria - Una volta era il deposito delle "lampade", cioè delle luci quando non esisteva ancora la luce elettrica e poi delle luci di fine convoglio.

Lancio - Spinta di un carro o di un gruppo di carri che sono inviati su un binario da una locomotiva che si trova in coda non agganciata.

Lanterna di semaforo - Luce posta su un semaforo che ne indica l'aspetto di notte (di giorno si vede la posizione dell'ala).

Lato arrivi / partenze - Zona di una grande stazione destinata ai passeggeri in arrivo o in partenza che hanno bisogno di servizi diversi ( es. biglietteria, … ).

Le - Sigla per individuare i rimorchi di automotrici elettriche.

Leopolder - Campanella per segnalare l’apertura del segnale di protezione di una stazione e quindi il prossimo arrivo di un treno. E' udibile anche dai passeggeri in stazione.

Leva - Maniglia per il comando a distanza dei deviatoi, dei segnali, dei PL, ecc. negli impianti centralizzati non ad itinerari. E' dotata di blocchi per assicurarne la posizione.

Liberazione - Operazione effettuata quando un convoglio non occupa più una sezione di linea e questa diventa utilizzabile per un altro treno.

Licenza - E’ il documento rilasciato dalle apposite autorità statali a un'impresa che ha sede nel territorio comunitario, con cui viene riconosciuta come "Impresa Ferroviaria" e autorizzata ai servizi internazionali per ferrovia.

Licenziare - Autorizzare la partenza di un treno da parte del capostazione.

Linea aerea o linea di contatto - Insieme dei cavi di rame sospesi sopra le rotaie, sotto i quali fa contatto il pantografo per alimentare i mezzi di trazione elettrici. E' detta anche in sigla LC.

Linea di terra - Circuito di conduttori che collega a terra parti di strutture metalliche che possono venire a contatto con le persone.

Linea ferroviaria - Infrastruttura atta a far viaggiare treni o altri convogli ferroviari tra due località di servizio. Le linee possono essere: a semplice binario, a doppio binario o avere più di due binari. La linea ferroviaria è composta dalla sede ferroviaria, dalle infrastrutture tecnologiche e da impianti funzionali per servizi merci e viaggiatori.

Linea primaria - Linea elettrica aerea ( = elettrodotto ) o in cavo, in alta e media tensione, per il trasporto dell'energia elettrica in corrente alternata trifase dalle centrali elettriche di produzione alle SSE. E' detta in sigla anche LP.

Linea treno - Collegamento elettrico che unisce i mezzi di trazione e quelli rimorchiati per alimentare e comandare le varie apparecchiature.

Littorina - Soprannome delle automotrici FS tipo Aln 56 e seguenti. Deriva dal fatto che sono state costruite nel periodo della fondazione della città di Littoria (ora Latina) nella bonifica dell'agro pontino nel Lazio.

Livelletta - Tratto di linea con pendenza costante.

LL - Sigla della "linea lenta" storica Firenze - Roma che segue la valle dell'Arno e poi del Tevere.

Ln - Sigla per individuare i rimorchi di automotrici a nafta.

Località di servizio - Luogo per attività ferroviarie sia pubbliche ( come le stazioni per passeggeri o merci ) che non direttamente accessibili.

Locomotiva - Veicolo ferroviario con motori di media o elevata potenza per il traino di treni in linea.

Locomotore (termine in disuso) - Locomotiva dotata di motori elettrici o diesel . Si parla sempre di locomotiva associandone la tipologia (p.e. locomotiva elettrica).

Locomotiva diesel-elettrica - Locomotiva diesel con trasmissione elettrica. Il motore diesel muove un generatore elettrico che produce la corrente necessaria per alimentare i motori elettrici collegati agli assi.

Locomotiva diesel-idraulica - Locomotiva diesel con trasmissione idraulica: il motore diesel mette in pressione dell'olio che a sua volta trasmette il moto agli assi.

Locopar - Nome di una apparecchiatura tachigrafica di registrazione degli eventi di guida.

Locotender - Locomotiva a vapore in cui le riserve di acqua e combustibile sono contenute in appositi serbatoi sulla locomotiva stessa e non sul tender. In questo caso è possibile la marcia nei due sensi perché il macchinista può guardare anche nella direzione opposta a quella normale che è con la caldaia in avanti.

LRS - Sigla per "Lunga Rotaia Saldata". Oramai i binari non sono più fatti con spezzoni uniti da piastre laterali e bulloni, ma le rotaie prodotte dalle acciaierie sono poi saldate a formare tratti continui evitando i giunti di dilatazione.

Lunghezza virtuale - Lunghezza fittizia di una linea per paragonarla ad una in piano; tiene conto delle pendenze e della resistenza opposta dalle curve. Se il percorso è in discesa, il suo valore può essere minore di quello reale.

M

M - Lettera che indica una vettura motorizzata ( motrice ) all'interno di un treno a composizione bloccata di elettromotrici.

M40 - Sigla del modulo cartaceo usato per comunicare disposizioni tra le varie qualifiche di ferrovieri, ad esempio informazioni di marcia al macchinista.

Macaco - Denominazione in gergo del contrappeso del meccanismo manuale per manovrare gli scambi. Deriva dalla denominazione dell'azienda americana Mac & Co. che forniva il braccio con contrappeso.

Maestro - Appellativo dato al macchinista nelle zone del Nord. In altre zone il termine è "Meccanico". Sono entrambe in disuso.

Maglia (del tenditore) - Parte dell'organo di trazione che si infila nel gancio.

Maglia sganciabile - Particolare gancio per locomotive di spinta che al termine del tratto di linea in cui sono necessarie ( es. culmine della galleria del Frejus ) vengono sganciate senza fermare il treno.

Mallet - Tipo di rodiggio di locomotiva a vapore in cui le ruote sono mosse da due gruppi di cilindri; in questo modo la locomotiva può percorrere curve di raggio ridotto.

Mandrinare i tubi - Forzare a tenuta le estremità dei tubi nella sede dei fori dei corpi collettori di acqua e vapore per rimediare all'aver "buttato giù la piastra", o dopo la sostituzione degli stessi.

Mangiaterra - Altro soprannome della locomotiva a vapore gruppo FS 750 per la possibilità di essere alimentata a torba.

Maniglione - Maniglia di inserzione-esclusione del reostato e di cambio delle combinazioni dei motori sulle locomotive elettriche tradizionali sprovviste di avviatore automatico.

Mannesman - Tipo di palo per sostenere la linea aerea formato da tre sezioni cilindriche sovrapposte di diametro decrescente. E' prodotto senza saldature e quindi non ha punti di possibile cedimento: usato di solito nelle stazioni. Il nome deriva dalla ditta costruttrice.

Manovra - 1) Movimento di veicoli nell'ambito di una stazione svolto per la formazione dei treni. 2) Comando della posizione di uno scambio, un segnale, … che deriva da quanto queste apparecchiature venivano "manovrate" appunto a mano.

Manovra a spinta - Tipo di manovra dei carri nella quale uno o più veicoli vengono spinti sganciati e che poi proseguono per inerzia anziché essere portati fin sul posto di destinazione dal mezzo di trazione.

Mantice - Struttura in tessuto piegato e impermeabilizzato che serviva anticamente per l'intercomunicazione tra due veicoli.

Marcia a vista - Movimento del treno con una velocità che permetta l'arresto prima di eventuali ostacoli in funzione della visibilità. Spesso diventa "a passo d'uomo".

Marcia parallela - Situazione di una linea a doppio binario in cui due treni viaggiano contemporaneamente sui due binari nello stesso verso.

Marezzatura - Termine che individua le ondulazioni, a forma di piccole onde, che si formano sul piano di rotolamento del binario.

Marmotta o segnale basso - E' un "segnale basso" usato per le manovre in stazione.

Martoriare il fuoco - Utilizzare eccessivamente i ganci da fuoco.

Massicciata - Lo strato di ghiaia che costituisce la sovrastruttura su cui poggiano e sono inserite le traverse di un binario: serve a distribuirne il peso.

Mastodonte dei Giovi - Soprannome della locomotiva a vapore doppia che per prima trainò treni sulla difficile linea dei Giovi tra Arquata S. e Genova.

Materiale - Termine in gergo che indica qualsiasi rotabile ferroviario.

MAV - 1) Sigla per "Manutenzione Alta Velocità", cioè officina per la manutenzione dei rotabili tipo Pendolino ed ETR 500. 2) Sigla delle ferrovie ungheresi.

MD - Sigla per minuetto a trazione diesel.

MDVC - Sigla per "Medie Distanze Vestiboli Centrali" indica un tipo di carrozza in cui le porte si trovano in posizione da permettere una più veloce distribuzione interna dei passeggeri.

MDVE - Sigla per "Medie Distanze Vestiboli Estremità" indica un tipo di carrozza in cui le porte si trovano alle due testate.

ME - Sigla per minuetto a trazione elettrica.

Memocarta - Apparecchiatura di registrazione dei principali avvenimenti durante la marcia di un treno.

Mensola - Barra metallica orizzontale ancorata al palo per sostenere la linea di contatto.

Merci pericolose - Sono tutte quelle che possono rappresentare un pericolo per le persone, gli animali e l'ambiente. Il loro trasporto per ferrovia è regolato dalla normativa internazionale RID.

Mettere gli stoppini - Inserire negli appositi fori gli stoppini in cotone per la lubrificazione ausiliaria dei fuselli. La rimozione di questi è opportuna per evitare speco di olio durante le soste prolungate.

Mettere la macchina in posizione - Mettere la locomotiva nella posizione in cui si possono lubrificare i cuscinetti delle bielle e delle ruote motrici.

Mezzo anfibio strada/rotaia - Autocarro speciale o macchina operatrice con braccio idraulico dotata di ruote di gomma e di ruote ferroviarie per potersi spostare su entrambi i tipi di strada.

Micetta - Soprannome delle automotrici FS tipo ALn 668.

Minuetto - Soprannome delle automotrici ALe 501/502 ( elettrica ) e ALn 501/502 (diesel), nuovi convogli articolati a tre casse per trasporti veloci di tipo regionale.

MMI - Sigla per “Man Machine Interface”: strumento di presentazione al personale di informazioni sul funzionamento di una apparecchiatura: è realizzato mediante un monitor su cui compaiono strumenti di misura e informazioni diverse.

Moderabile - Tipo di freno per le locomotive, che agisce solo sul mezzo e non sull'intero convoglio.

Modulo della linea - E' la massima lunghezza di un convoglio che può percorrere una linea in funzione delle possibilità di incroci e precedenze nei binari di circolazione delle località di servizio.

Modulo di tolta tensione - Documento cartaceo che attesta che il responsabile di un dato circuito elettrico ha effettuato le operazioni necessarie per rendere possibile il lavoro senza pericolo di folgorazione.

Molatrice - Macchina speciale che elimina le ondulazioni, denominate marezzatura, che si formano sul piano di rotolamento del binario.

Molla a balestra - Particolare molla costruita assemblando più foglie di acciaio e usata per le sospensioni primarie e secondarie dei veicoli.

Molla ad aria - Parte della sospensione secondaria di alcuni veicoli ferroviari costituita da un serbatoio di aria in pressione che riduce le vibrazioni e permette la regolazione della altezza rispetto al piano del ferro.

Moto di galoppo - Movimento parassita della locomotiva che consiste in spostamenti alternati verso l'alto e il basso. E' causato dai movimenti alternati degli stantuffi quando questi sono inclinati verso l'alto.

Moto di serpeggio - Movimento parassita della locomotiva che consiste in spostamenti alternati verso destra e verso sinistra come se ruotasse attorno ad un asse verticale. Anche questi sono dovuti al movimento alternato degli stantuffi.

Motogeneratore diesel - Gruppo autonomo per generare energia elettrica quando manca quella fornita dalla linea treno; soprattutto sulle carrozze letto.

Motore doppio - Gruppo di due motori elettrici raggruppati in una unica struttura metallica posta a cavallo di un asse; entrambi mettono in rotazione questo asse.

Mucca - Soprannome della locomotiva a vapore FS gruppo 670.

Mulo dei Giovi - Soprannome della locomotiva elettrica trifase gruppo E 550 che sostituì i "Mastodonti" sempre sulla linea di valico di Genova. Era piccola rispetto ai predecessori ma molto più efficiente e "instancabile".

Musetto (o carenatura) - Copertura apribile sulla punta dei moderni ETR per coprire gli organi di aggancio.

Muso nero - Soprannome del macchinista.

N

n (minuscolo) - Lettera per carrozze viaggiatori attrezzate per essere inserite in un "treno navetta".

Navetta - Treno che ha una locomotiva, normalmente telecomandata, ad una estremità ed una carrozza pilota, con cabina di guida, all'altra estremità. In questo modo non è necessario invertire la posizione della locomotiva nelle stazioni di testa.

Nodo - Insieme delle linee convergenti e delle linee di unione tra queste, di solito in grandi città.

Non vedere l’acqua (vap) - Quando non si vede più l'acqua nel livello perché è scesa troppo in basso.

Nuovo mastodonte dei Giovi - Soprannome della locomotiva a vapore gruppo FS 750 che iniziò a trainare treni sulla difficile linea dei Giovi tra Arquata S. e Genova succedendo al "Mastodonte".

O

O - Lettera che individua un carro pianale misto a sponde alte.

OBOE - Sigla per "On BOard Equipment", un sistema di antenne e rete GSM per la ricezione e l’elaborazione di segnali GSM e GPS e coordinate geografiche. Utilizzato per comunicare ai passeggeri informazioni sulla posizione e sull'orario della marcia del treno.

Ocarina - Soprannome di alcuni gruppi di elettromotrici costruite negli anni '30 del secolo scorso (p.e. ALe 790 -ALe 880).

Occhiali - Tipico locomotore diesel di costruzione cecoslovacca, così chiamato per la caratteristica forma dei finestrini frontali.

Occupazione - L'entrata di un convoglio su una sezione la "occupa" impedendo l'ingresso di un altro convoglio.

OGR - Sigla per "Officina Grandi Riparazioni", impianto industriale dove vengono realizzate le revisioni principali dei rotabili.

Oliatore - Piccolo recipiente posto sopra i punti di maggior attrito del meccanismo delle bielle.

Omnibus - Antica definizione di treno con fermate in tutte le stazioni a marcia lenta.

OML - Sigla per "Officina Manutenzione Locomotive".

OMR - Sigla per "Officina Manutenzione Rotabili".

OMV - Sigla per "Officina Materiale Viaggiatori", dove viene realizzata la manutenzione dei convogli viaggiatori.

Onde convogliate - Collegamento radio terra-treno in cui le onde sono inviate attraverso la catenaria della alimentazione elettrica.

Ora di morbida - Ora in cui il traffico raggiunge i livelli minimi.

Ora di punta - Ora in cui il traffico raggiunge il massimo.

Orario cadenzato - Orario ferroviario in cui i treni arrivano / partono sempre allo stesso minuto di ogni ora. Questa organizzazione è molto facile da ricordare.

Orario di servizio - L’insieme di tutti i movimenti programmati dei treni e del materiale rotabile sull'infrastruttura di GI, durante il suo periodo di validità.

Orario grafico - Descrizione grafica degli orari dei treni su una linea. L'orario di ogni convoglio è rappresentato da una riga tracciata su un "grafico cartesiano" avente sull'asse orizzontale il tempo ( le ore e i minuti ) e su quello verticale lo spazio ( i km e le stazioni ).

Orario reale - Orario effettivo realizzato da un treno in marcia durante un percorso prestabilito.

Orario teorico - Orario previsto per la marcia di un treno.

ORE - Sigla per “Office Recherches et Essais”: ente dell’UIC che si occupa della ricerca e delle prove in campo ferroviario.

OTIF - Sigla dell'Organizzazione intergovernativa per i trasporti internazionali ferroviari. L'OTIF comprende attualmente 41 paesi, tra i quali: gli Stati d'Europa, Lituania e Lettonia, Iraq, Iran, Libano e Siria, Algeria, Marocco e Tunisia. La sede dell'organizzazione è a Berna.

P

P(maiuscolo) - Lettera che indica: 1) combinazione "parallelo" per i motori di trazione di un locomotore elettrico. 2) segnale di blocco "permissivo", cioè che a certe condizioni può essere superato anche se rosso. p ( minuscolo ) Lettera per carrozze viaggiatori con cabina di guida per "treno navetta".

Pacific - Termine per indicare una locomotiva a tre assi accoppiati con un carrello anteriore di guida a due assi ed un asse posteriore (rodiggio 2-3-1 o 2C1).

Pallet (o paletta) - Piattaforma, generalmente in legno, sulla quale si dispongono le merci per facilitarne la movimentazione. Le dimensioni standardizzate più utilizzate in Europa sono: 1.000 x 1.200 mm (ISO) e 800 x 1.200 mm (CEN).

Paletta di comando - Paletta del dirigente movimento per dare il via ai convogli: è la classica paletta verde del capostazione. Attualmente è usata solo in casi eccezionali a seguito della totale automazione delle linee.

Pancone - Trave di testata su cui sono fissati i respingenti, il gancio di trazione e le condotte dell’aria compressa.

Pantografo - Telaio articolato a forma di rombo montato sul tetto delle locomotive elettriche per realizzare la presa di corrente contro la linea di alimentazione elettrica.

Pantografo monobraccio - Pantografo che è formato da due bracci articolati anziché da un telaio con la classica forma a rombo.

Papera - Soprannome delle automotrici FS tipo Aln 668.

Parallelo - Combinazione dei motori elettrici nella quale questi sono collegati in due o più gruppi in parallelo tra loro. Ad esempio nel locomotore FS E 636 (che ha 6 motori), si hanno 3 gruppi (ciascuno di 2 motori in serie) collegati in parallelo.

Parasassi - Ferro posto davanti alle ruote del primo asse per spostare eventuali piccoli ostacoli posti sulla rotaia.

Parascintille - 1) Sorta di rete di metallo che viene collocata alla base del camino nelle locomotive a vapore per evitare la fuoriuscita dei carboni incandescenti che quindi rimangono nella camera a fumo. 2) Lamiera a forma di parafango posta al di sopra delle ruote con freno a ceppi per evitare che le scintille della frenatura possano creare principi di incendio nel sottocassa, ad esempio ai motori di una locomotiva.

Paraurti - Struttura in metallo o cemento dotata di due respingenti in grado di fermare il movimento di un rotabile che si muove a velocità moderata.

Parco - Gruppo di binari di servizio per ricovero di rotabili.

Pari / dispari - Numero che contraddistingue un binario in linea o un treno: - i dispari sono usati per le direzioni Ovest-Est e Nord-Sud, - i pari per le direzioni Est-Ovest e Sud-Nord.

Parigina - Tratto di binario rialzato nelle stazioni di smistamento; è detto anche "sella" o "rampa di lancio" perchè è destinata allo smistamento dei vagoni merci che prendono velocità per la forza di gravità ( "lanciati" ) e vengono inviati ai vari binari dove si compongono i treni per uguali destinazioni.

Passante - Linea che unisce stazioni da parti opposte di una città permettendo la realizzazione di viaggi diretti che non impongono cambi di treno in una stazione principale.

Passo di un carrello - Distanza fra gli assi delle ruote di un carrello.

Passo rigido - Distanza tra gli assi estremi non articolati di una locomotiva: limita il raggio delle curve che possono essere affrontate.

Pattinamento - Fenomeno che si verifica in fase di frenatura, quando le ruote perdono aderenza e si bloccano strisciando sulla rotaia (danneggiandosi provocando una zona piatta sul cerchione). E' necessario rilavorare i cerchioni danneggiati mediante l'utilizzo di un tornio in fossa.

PBI - Sigla per “Posto di Blocco Intermedio”, cioè punto di una linea ferroviaria tra due stazioni che crea una ulteriore sezione di blocco.

PC - Sigla per: 1) "Posto di Controllo", sede in cui un operatore ha il compito di organizzare la circolazione di un'area ferroviaria. 2) "Posto di Comando", cioè la località di servizio da cui il Dirigente Movimento, gestisce la stazione vicina impresenziata. 3) "Posto di Comunicazione", località non stazione su di una linea a doppio binario banalizzata dotata di deviatoi che permettono il passaggio dal binario di sinistra a quello di destra o viceversa. 4) "Pieno Campo", tipo di alimentazione normale di un motore elettrico.

PdB - Sigla per "Personale di Bordo", in altre parole il capotreno ed eventuli altre persone il cui lavoro si svolge sui treni.

PdC - Sigla per "Personale di Condotta", in altre parole "macchinista".

PdM - Sigla per "Personale di Macchina", in altre parole "macchinista".

Pedale - Apparecchiatura elettro-meccanica o elettronica vicino alla rotaia che "sente" il passaggio di una ruota e può comandare ad esempio la chiusura o la riapertura di un passaggio a livello posto nelle vicinanze.

Pedana / passerella - 1) Basamento mobile per agganciatori da utilizzarsi in officina o rimesse per agganciare rotabili posti sulle fosse di visita. - 2) Lastra di lamiera per passare da un vagone all’altro.

Pendino - 1) Organo dei veicoli ferroviari, a forma di piccola biella, che collega al telaio le estremità delle balestre delle sospensioni o i ceppi e le leve di comando dei freni. 2) Cavetto metallico che unisce "fune portante" e fune di contatto della catenaria per mantenere quest'ultima il più orizzontale possibile.

Pendolare - Definizione del viaggiatore abituale su una data linea su cui va avanti e indietro come un pendolo.

Pendolino - Elettrotreno ad assetto varibile in grado di inclinarsi in curva per poter affrontare la stessa a maggiore velocità senza alterare il comfort di marcia.

Per mille - Misura della pendenza: indica un dislivello di 1 m su una distanza di 1000 m.

Percentuale di frenatura - Rapporto tra il peso frenato complessivo di un treno ed il peso reale. Da questo valore è possibile ricavare, utilizzando apposite tabelle, la velocità massima possibile dalla frenatura, restando garantiti gli spazi di arresto.

Percorrenza - 1) Il tempo che impiega un treno a percorrere un determinato tratto di linea. 2) chilometri percorsi tra due revisioni programmate.

Permissivo - Tipo di segnale che a certe condizioni può essere superato anche se presenta un aspetto che impone l’arresto.

Personale viaggiante - Personale delle ferrovie che lavora sui treni: macchinisti, capitreno, conduttori, ecc.

Pesatura - Operazione in cui si pesano gli assi delle locomotive per ricavarne il peso assiale e quindi la circolabilità sulle linee.

Peso aderente (Massa aderente) - Peso del mezzo di trazione che grava sulle ruote motrici: è il peso efficace per lo sforzo di trazione.

Peso assiale - E' la parte di peso reale di un rotabile che grava su un asse. Ogni linea ha un armamento che permette il transito di treni con un ben determinato peso assiale massimo che può valere fino a 22,5 t sulle linee principali.

Peso frenato - Peso teorico da considerare per la frenatura: esso rappresenta l'efficacia del freno e può essere minore, maggiore od uguale al peso reale del rotabile. Viene determinato sperimentalmente in funzione di norme internazionali.

Peso reale - Peso ufficiale ed effettivo del rotabile.

Peso virtuale - Peso che viene attribuito ad una locomotiva inattiva per il suo traino. E' sempre maggiore del peso reale in quanto tiene conto della maggior resistenza al moto dei suoi organi meccanici.

Petardo - Petardo anticamente usato per avvisare i macchinisti indicando particolari punti della linea. Venivano appoggiati sulla rotaia e fatti automaticamente scoppiare dal passaggio della prima ruota.

PGOS - Sigla per "Prefazione Generale all'Orario di Servizio": fascicolo con tutte le informazioni generali sui mezzi di trazione e sulle linee che fa da introduzione ai singoli Fascicoli Orario.

Piacentine - Soprannome delle elettromotrici FS E 624 che iniziarono il loro servizio sulla linea Piacenza-Bettola.

Piano del ferro - E' il piano di rotolamento delle ruote. Tutte le misure di altezza (sagoma, linea di contatto, ecc.) partono da questa posizione.

Piano di filatura - Piano su cui si trovano idealmente i conduttori della linea di contatto.

Piano di rotolamento - Superficie superiore della rotaia, su cui rotola la ruota.

Piano schematico - Tracciato dei binari di stazione a disposizione del dirigente movimento per avere sotto controllo lo stato di occupazione dei binari stessi, la posizione degli scambi e dei segnali.

Piantana / stante di segnale - Palo di sostegno dei segnali.

Piastre di guardia - Piastre che guidano lo scorrimento verticale delle boccole mentre bloccano quello trasversale.

Piattaforma girevole - Piattaforma posta nei depositi locomotive e dotata di un binario su cui si fa salire il mezzo di trazione. La sua rotazione può servire per: 1) posizionare una locomotiva su un binario di ricovero della "rotonda", 2) soprattutto una volta, invertire la posizione del muso di una locomotiva a vapore non bidirezionale per poterla far ripartire in verso opposto.

Piazzale - Zona di binari con utilizzazione omogenea, ad esempio di una stazione, di un deposito locomotive, ecc.

Picchetto di curva - Riferimento costituito di solito da uno spezzone di rotaia verticale posto all'esterno di una curva per verificarne le caratteristiche come raggio, sopraelevazione ed eventuali cedimenti del binario.

Picchetto di giunto isolante - Picchetto in cemento giallo/rosso posto a fianco del binario che indica il punto in cui vi è una interruzione elettrica della rotaia.

Picchetto limite - Palo a strisce bianche e nere vicino ai binari che indica il limite a cui possono arrivare i movimenti di rotabili definiti come "manovre".

Piccionare - Fare più fatica del normale per condurre il fuoco e nonostante questo avere in caldaia una pressione ridotta.

Piccozzino - Piccola piccozza per spezzare i blocchi di carbone più grossi.

Pilotina - Carrozza dotata di cabina di guida per telecomandare il locomotore posto all'altra estremità del convoglio.

Pinza - Strumento in dotazione al personale che può verificare la validità dei biglietti: serve a lasciare traccia dell’effettuazione del controllo mediante perforazione e incisione di un numero di riconoscimento.

Pipa - Recipiente per rifornire gli oliatori.

Pistola - Rubinetto del freno portatile collegato alla testata della condotta; in uso al manovratore che si trova in testa ad una colonna di carrozze spinte sul binario di partenza da un locomotore. Il macchinista non può vedere il punto di arresto e quindi la frenatura viene fatta dal manovratore.

pk - Sigla per "Punto Chilometrico", posizione indicata in "km + m" lungo la linea, ad iniziare dallo "0" di quella linea che può non corrispondere alla stazione di partenza.

PL - Sigla per "Passaggio a Livello", punto dove i binari incrociano una strada al suo stesso piano.

PLT - Sigla per "Politensione", per indicare un mezzo di trazione elettrico che può essere alimentato con tipi diversi di tensione.

PM - Sigla per "Posto di Movimento", luogo lungo la linea ferroviaria dove possono essere realizzati per esempio dei passaggi da un binario all'altro o una precedenza.

PMC - Sigla per "Posto Manutenzione Corrente" dei veicoli.

Politensione/Policorrente - Definizione di un mezzo di trazione che può essere alimentato da diversi sistemi di elettrificazione e quindi ad esempio può viaggiare in diverse nazioni europee.

Polifemo - Soprannome dell'elettrotreno ETR 220, dovuto all'unico finestrino frontale, come l'unico occhio del personaggio mitologico.

Poligonatura o poligonazione - Posizionamento della linea di contatto con andamento alternato a destra e a sinistra di una linea centrale in modo che l'archetto del pantografo venga consumato in maniera uniforme entro una certa fascia e non solo al centro.

Ponte a segnali - Traliccio che sovrasta parzialmente o completamente i binari per sostenere i segnali relativi agli stessi.

Portale - Insieme di pali uniti da una traversa per formare un cavalletto sopra i binari per la sospensione della linea aerea. 1) Presso le stazioni servono a creare delle zone elettriche che possono essere alimentate separatamente. 2) In piena linea servono a sostenere le attrezzature per la regolazione automatica.

Porte telecomandate e servoassistite - Porte delle carrozze che hanno dispositivi per l'apertura controllata e facilitata e la chiusura automatica.

Potenza continua / continuativa - Potenza massima disponibile costantemente per un tempo illimitato senza danneggiare le apparecchiature.

Potenza nominale - Potenza massima che un motore è in grado di dare per un breve intervallo di tempo.

Potenza oraria / unioraria - Potenza massima disponibile costantemente per un'ora, senza danneggiare le apparecchiature.

PP - Sigla che indica la combinazione "super-parallelo" per i motori di trazione di un locomotore elettrico dotato di quattro combinazioni (E 646 ed E656).

PR - Sigla che indica "Piano Ribassato", cioè un tipo di carrozza per treni regionali in cui una parte del pavimento, tra cui le porte, è accessible senza dover salire gradini permettendo tempi rapidi di salita e discesa.

Praire - Termine per indicare una locomotiva a tre assi accoppiati con un asse anteriore di guida ed un asse posteriore ( rodiggio 1-3-1 o 1C1 ).

Praticabile - Parte della struttura di un rotabile in cui è permesso il passaggio del personale di condotta o della manutenzione.

Precedenza - Situazione in cui un treno si ferma per lasciare transitare un altro treno nello stesso verso.

Precedenza dinamica - Precedenza realizzata mediante la "marcia parallela" in cui il treno più veloce supera quello più lento che continua a viaggiare sul binario a fianco.

Prefazione Generale all'Orario di Servizio - Fascicolo con tutte le informazioni generali sui mezzi di trazione e sulle linee che fa da introduzione ai singoli Fascicoli Orario.

Prericonoscimento - Azionamento dell'apposito pulsante della ripetizione segnali prima dell'ingresso in un binario deviato o all'uscita temporanea dalla zona codificata.

Preriscaldatore - Apparecchiatura che sfrutta il calore rimasto nel vapore dopo l'uso per muovere gli stantuffi nei cilindri, per aumentare la temperatura dell'acqua da immettere in caldaia.

Preriscaldo - Operazione per alimentare gli impianti di riscaldamento delle carrozze di un convoglio in attesa che venga agganciata la locomotiva titolare.

Prescrizione - Messaggio con cui sono indicate variazioni rispetto alla situazione normale ad esempio per la velocità.

Pressione del vapore - Misura l'utilizzabilità del vapore in caldaia o comunque nella zona dove si vuole misurare. L'unità di misura normale è rimasta il kg/cm quadrato.

Prestazione - Peso del convoglio che una locomotiva può rimorchiare mantenendo la velocità prevista dall'orario. Dipende dalla pendenza della linea su cui deve viaggiare e dalla velocità che si vuole raggiungere.

Pretensionamento delle rotaie - Operazione da effettuare prima di bloccare le rotaie alle traversine: dipende dalla temperatura ambiente e serve a eliminare gli effetti della temperatura sulla lunghezza delle rotaie.

Profilatrice - Macchina operatrice per la manutenzione del binario che rifinisce il lavoro di sistemazione del pietrisco della massicciata.

Profilo - Andamento altimetrico della linea, misurato in "per mille".

Prova freno - Operazione da effettuare quando viene modificata la composizione di un convoglio con nuovi collegamenti della condotta pneumatica.

Pulcinaia - Soprannome delle automotrici miste passeggeri e merci ALDn 32 a causa della merce prevalentemente trasportata.

Pulire il fuoco - Togliere le scorie dalle griglie.

Pulsante di itinerario - Pulsante sul banco di comando del dirigente per preparare l'itinerario per un convoglio.

Punta degli aghi - La parte estrema degli aghi di un deviatoio e cioè quella che nella manovra ha il massimo spostamento e la cui larghezza è ridotta a 0.

Punta di deviatoio - Parte del deviatoio dal lato in cui i binari convergono e dove si trova la "punta degli aghi".

Punto fisso - Posizione centrale di una tratta di contrappesatura dove la fune portante è fissata alla linea di contatto.

Punto morto - Posizioni estreme dello stantuffo dove il movimento deve invertirsi. Per rendere possibile la continuazione del movimento si utilizzano i volani e possibilmente almeno un secondo stantuffo sfasato di 90°.

Punto orario - Punto caratteristico di una linea dove viene rilevato l’orario di passaggio dei treni.

Puntone - Barra metallica inclinata ancorata al palo per sostenere la linea di contatto.

PV - Sigla per: 1) "Piccola Velocità", antica definizione di una modalità di trasporto merci. 2) "Posto verifica" sede dei verificatori.

Q

QL - Sigla per "Quadro Luminoso", cioè tabellone con descritti i tracciati dei binari e segnalato il loro stato di libero, occupato, … ( con linee di colore diverso ). Sono indicati anche i segnali ed il loro aspetto.

Questa lista è in fase di continuo aggiornamento ed è stata compilata utilizzando dati ricavati da documenti ufficiali e testi specifici.

Se sei incorso in qualche imprecisione o se ritieni di poter fornire elementi sotto forma di testi o immagini scrivi a:

Treniebinari e compila il form con i dati richiesti. (1)

(1) I dati ricevuti non verranno in alcun modo divulgati. In Italia la legislazione ordinaria sulla privacy è contenuta nel Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

Per eventuali segnalazioni contatta la redazione di Treniebinari.it.

RITORNA ALLA PAGINA PRINCIPALE