"Nell'arco di oltre un secolo e mezzo la Ferrovia ha disegnato il volto dell'Italia e l'identitÓ del suo popolo, pur senza lasciare nella memoria tracce della propria importanza storica..."

Home / Notizie 2020 - Trasporto Nazionale

TRENI

DERAGLIAMENTO FRECCIAROSSA 1000 SULLA LINEA AV MILANO BOLOGNA

Immagine (Huffingtonpost.it)

Ospedaletto Lodigiano (Lo), 6 febbraio 2020 - Un treno ETR 400 ad alta velocitÓ Frecciarossa 1000 sulla linea Milano-Bologna, a causa di uno scambio di servizio posizionato in deviata, Ŕ uscito dai binari attorno alle 6,25 del mattino, in corrispondenza del posto di movimento Livraga, nei pressi di Ospedaletto Lodigiano.

Erano terminati i lavori di manutenzione notturna della linea ed il primo convoglio viene autorizzato a percorrere la linea dopo l'invio dei dispacci fra la squadra dei manutentori del posto di movimento e la sala operativa di Bologna da cui dipende la gestione operativa della Milano-Bologna. Il primo treno del mattino AV 9595 delle 6,10 Milano Centrale-Salerno si appresta a percorrere la linea pertendo in perfetto orario. Ormai aveva eseguito il cambio tensione da 3kV e 25kV e la sua velocitÓ, in quel punto preciso della linea, era giÓ elevata. Il convoglio si avvicina al posto di movimento Livraga ma il deviatoio non era disposto secondo il corretto tracciato. Purtoppo lo svio dell'intero convoglio era inevitabile ed ha causato lo svio di tutti gli elementi dell'ETR nonchŔ il rovesciamento dell'elemento di testa dell'elettrotreno fortunatamente con pochi passeggeri a bordo. La circolazione dei treni Ŕ stata immediatamente sospesa sull'intera tratta per poi essere ripristinata gradualmente utilizzando la linea convenzionale che ha portato a ritardi di oltre un'ora.

Fin dai primi attimi si era capito che a originare il deragliamento era stato il posizionamento non corretto degli aghi del deviatoio. Successivamente altre ipotesi sono state prese in considerazione come un'anomalia nella realizzazione della cassa del deviatoio, chiamando in causa l'azienda costruttrice. Ad oggi non sono ancora emerse le responsabilitÓ che hanno causato questo grave incidente ferroviario.

L'intero convoglio Ŕ uscito dai binari fortunatamente senza rovesciarsi. Danni pi¨ gravi ha subito l'elemento di testa e la cabina di guida che ha terminato la sua corsa contro il fabbricato del Posto di Movimento di Livraga interessando anche alcuni carri di servizio.

Si sono registrati 31 feriti non gravi fra i passeggeri oltre ai due macchinisti periti nell'incidente.

RITORNA ALLE NOTIZIE